PRIMA PROVA GIOVANI SCIABOLA E SPADA

La Lazio Scherma Ariccia ha organizzato, in collaborazione con la Federazione Italiana Scherma, la Prima Prova della categoria Giovani di spada e sciabola: si tratta di una gara a cui possono partecipare ragazzi e ragazze dai 15 (se qualificati nelle prove di categoria Cadetti) ai 20 anni.
Domenica 30 novembre è stato il turno di sciabolatrici e spadisti.
Splendida performance di Sofia Ciaraglia, atleta in forza alle Fiamme Oro, allenata dal M° Vincenzo Castrucci e seguita con cura per la preparazione atletica dal prof. Alessio Passerini nella sala Emmanuele F.M. Emanuele, che ha vinto con un percorso di gara eccellente: neanche una sconfitta dal girone alla fase di eliminazione diretta.
Un eccellente stato di forma fisica e mentale che, negli undici assalti disputati, ha permesso alle sue avversarie di piazzarle solo 30 stoccate… contro le 105 messe a segno da Sofia.
In semifinale ha sconfitto Rebecca Gargano (Club Scherma Napoli) 15 a 9 e in finale Flaminia Prearo (Fiamme Oro) con un nettissimo 15 a 4.

Il podio della sciabola femminile
Foto di Trifiletti

Le sciabolatrici della Lazio Scherma appaiono un po’ sottotono: 14a Veronica Ermacora, 17a Carlotta Fondi, 18a Veronica Palombo, 34a Camilla Schina e 71a Valeria Bassanello, quest’ultima alla sua seconda gara.Ci aspettiamo sicuramente di più da queste ragazze, visto l’alto potenziale tecnico.

Nella stessa giornata si sono affrontati in pedana ben 336 spadisti, una gara faticosa vinta da Davide Amodio Maisto (Club Schermistico Partenopeo).
I due giovani allievi della Ma Elisabetta Castrucci, Michael Thomas Sica e Alessio Neri, si piazzano rispettivamente 173° e 219°; Michael è ancora giovanissimo e in crescita, mentre Alessio ha appena iniziato a dedicarsi all’insegnamento.
Sabato 29 la gara di sciabola maschile è stata vinta da Dario Cavaliere (Club Scherma Napoli); il migliore degli ariccini è stato il giovane Giacomo Mignuzzi 23°, seguito da Daniele Biaggi 33° (reduce da una debilitante influenza) e Edoardo Ritorto 34° entrambi sconfitti per una sola stoccata; 46° Edoardo Bagni, 49° Nicola Possenti (rientrato dalla Polonia dove sta studiando con l’Erasmus), 90° Francesco Ercolani il più piccolo del gruppo.
Reduce dalla vittoria a Klagenfurt, la giovanissima cadetta Susan Maria Sica si piazza 36a, mentre la quindicenne Sara Bellucci si ferma al 112° posto su 261 partecipanti totali.

G.T.