Enrico Berre’ Campione Italiano Assoluti.

Battendo per 15/11 il trentatreenne vice Campione Olimpico di Londra Diego Occhiuzzi nei Campionati Italiani Assoluti 2014 di Acireale, il ventiduenne Enrico Berrè sciabolatore delle Fiamme Gialle, e storico allievo della Scuola di Scherma di Ariccia “Emmanuele F. M. Emanuele” si è laureato Campione d’Italia 2014 di sciabola maschile.

Berre' Coppa Enrico Berre’
Foto di Augusto Bizzi.

Enrico Berrè, da due anni è uno dei tre Moschettieri titolari della squadra nazionale di sciabola della Federscherma, gli altri due sono Luigi Samele e Diego Occhiuzzi, capitanati dal D’Artagnan Aldo Montano, che molto bene hanno fatto in Coppa del Mondo nelle ultime tre prove, vincendo consecutivamente in Polonia con Aldo Montano, negli Stati Uniti con Luigi Samele con al 2° e 3° posto Occhiuzzi e Berrè e ancora in Bulgaria nella scorsa settimana con Berrè al 1° posto e Occhiuzzi al 2° posto.

Si sapeva delle qualità del ventiduenne sciabolatore di Ariccia, già Campione del Mondo Under 20 a squadre nel 2011a  Mosca, insieme al suo ex compagno della S. S. Lazio Scherma Ariccia Stefano Scepi che nella gara di ieri ha raggiunto il 18°posto; qualità ben note al C.T. delle squadre nazionali M° Giovanni Sirovich, che ha in grande considerazione gli atleti della Scuola di Scherma “Emmanuele F. M. Emanuele” diretta dai Maestri Vincenzo e Giovanni Castrucci, i quali negli ultimi anni con gli atleti Paola Guarneri, Marta e Sofia Ciaraglia, Camilla e Carlotta Fondi, Romina Biaggi, Maria Elena Aresu, Gabriele Foschini, Daniele Biaggi, Nicola Possenti, Pierfrancesco Albanese e Fabio Bianchi, hanno vinto numerosi  titoli Mondiali, Europei e dei Campionati del Mediterraneo, e conseguito successi in prove di Coppa del Mondo.

Oltre ai successi internazionali, i Maestri Castrucci hanno conseguito titoli tricolore in tutte le categorie, dagli Under 14 agli assoluti, passando per gli Under 17,Under 20 e Under 23.

Gianni e Vincenzo Castrucci Foto di Augusto BizziGianni e Vincenzo Castrucci
 Foto di Augusto Bizzi

Enrico Berrè ha terminato la gara sicula da imbattuto; nel girone di qualificazione ha realizzato sei vittorie su sei assalti, chiudendo con 15 stoccate all’ attivo da numero uno nel tabellone di eliminazione diretta, dove si è liberato subito del frascatano Edoardo Ramunno per 15/7, poi del napoletano Lorenzo Romano per 15/9, nei quarti di finale del soldato dell’Esercito  Giovanni Repetti per 15/6 (prima vincitore sugli ariccini Fabio Bianchi e Gabriele Foschini), nella semifinale del carabiniere romano Luigi Miracco per 15/12 e poi nella finale dell’altro napoletano Diego Occhiuzzi per 15/11.

In tutto negli 11 assalti disputati ha dato 105 stoccate ricevendone appena 59.

Ma nel laboratorio del “Nido delle Aquile” (il Palariccia) la Lazio Scherma Ariccia non vive di sola sciabola, ma anche di fioretto, dove il M° Guido De Bartolomeo insieme al M° Lorenzo Nini hanno forgiato  due Campioncini, Damiano Rosatelli, Argento ai Campionati d’Europa Under 23 a solo diciotto anni e Campione d’Italia U. 20 e U.23, ed Andrea Funaro sedicenne Campione d’Italia  Under 17 del 2014, che è stato lo schermidore più giovane  presente ad Acireale in questi Campionati Italiani Assoluti.

Lorenzo e Guido RiccioneLorenzo Nini e Guido De Bartolomeo

Per la presenza di un rappresentante della spada ai Campionati Italiani Assoluti, bisognerà aspettare ancora un anno o due, infatti sono in fase di lancio anche in questo settore dei giovanissimi aspiranti campioni, preparati  dalla Ma  Elisabetta Castrucci ex campionessa d’Italia e d’Europa e dal M° Gianluca Aresu.

Elisabetta Castrucci e Gianluca Aresu

   Elisabetta Castrucci e Gianluca Aresu